settembre 20, 2018

Esenzione e riduzioni di tariffa telefonica e interne per chi soffre di certe disabilità

Le famiglie in sui vivono persone con disabilità sensoriali (sordi o ciechi) hanno diritto alla riduzione del canone internet e esenzione dal canone telefonico.

Canone abbonamento disabili

Chi ha nel nucleo famigliare un disabile sordo, ha diritto all’esenzione del canone telefonico. Basterà presentare domanda alla compagnia telefonica con cui si è stipulato il contratto. Alla domanda va allegata la certificazione medica che comprova la disabilità (questo documento viene rilasciato dall’ente competente) e lo stato di famiglia.

L’esenzione ha decorso dal giorno della presentazione della richiesta e dura per tutto il rapporto contrattuale. Ovviamente se si desidera cambiare compagnia telefonica, si dovrà ripetere tutta la procedura per la richiesta dell’esenzione. L’abbonato dovrà comunicare immediatamente alla compagnia telefonica, la data in cui il disabile cessa di far parte di quel nucleo famigliare.

Riduzione canone internet da fisso

Gli operatori telefonici che forniscono servizi voce e trasmissione dati da fisso, riconoscono agli elementi con disabilità sensoriali una riduzione del 50% sul canone mensile per le offerte flat, semi-flat o per il solo internet. Per le offerte di internet a consumo, le aziende telefoniche, riconoscono almeno 180 ore mensili gratuite di navigazione.

In questo caso, anche i cambi di piano tariffario, devono avvenire senza alcun costo, a meno che non si tratti di richieste immotivate. Il procedimento è uguale a quello per ottenere l’esenzione: domanda più certificato di disabilità ed eventuale stato di famiglia.

Telefonia mobile

Anche in questo caso, gli operatori mobili, dispongono di un’offerta dedicata proprio agli utenti con disabilità uditiva. L’offerta prevede 20 GB di dati traffico da consumarsi entro il periodo dell’offerta, 50 SMS al giorno e gli altri servizi devono prevedere il costo minore tra tutte le offerte fatte dall’operatore stesso.

Gli utenti con disabilità visiva hanno diritto a 2000 minuti di traffico voce, 10 GB di traffico dati da consumarsi entro il periodo dell’offerta. Per gli altri servizi vale la regola sopra citata. La richiesta va sempre svolta come negli altri casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *