Il bilancio di Inter-Milan: provvedimenti e denunce

Provvedimenti e punizioni anche per due tifosi milanisti cui erano state rubate le bandiere e hanno lasciato il loro settore

Un 47enne brianzolo, ha pensato di festeggiare la vittoria del derby invadendo il terreno di gioco durante il match di Inter-Milan: automatico il Daspo emesso dal Questore di Milano Giuseppe Petronzi nei suoi confronti; sarebbero in tutto sei i provvedimenti emessi a seguito di diversi episodi di intemperanze durante il derby. Un altro tifoso milanista, addetto al catering, è stato allontanato dagli stadi per avere anche lui invaso il terreno di gioco. Stai pensando di visitare il Salento? Ecco quali sono le mete imperdibili!

I tifosi che sono stati denunciati

Altri due sostenitori rossoneri, uno di 25 e l’altro di 50 anni, sono stati denunciati per essere scesi dal secondo settore blu per aggredire alcuni tifosi interisti dopo che due bandiere del Milan erano state prese dal sottostante settore nerazzurro; c’è stato invece un altro tifoso dell’Inter, che hanno individuato tra i responsabili della cattura della bandiera, un 21enne lodigiano, quest’ultimo denunciato per furto aggravato. E per concludere, un 37enne tifoso rossonero di Milano, è stato denunciato per violenza e resistenza a incaricato di pubblico ufficio dopo aver reagito con violenza ad uno steward.

I giocatori del Milan che hanno salvato Alessio, il ragazzo di Lodi che è stato denunciato: il suo era un semplice atto di protesta nei confronti del lavoro di precario come molti giovani

Il ragazzo lodigiano ha confessato poi di aver sbagliato: la sua voleva essere soltanto una protesta nei confronti del lavoro precario. Alessio Guidotti, sabato 5 febbraio ha invaso il campo quasi alla fine del derby di Inter-Milan, vinto dai rossoneri grazie ai due gol di Giroud. Un gesto esagerato, ma ha anche dichiarato che denuncerà i due steward. Nessuna bravata ma soltanto una protesta nei confronti del lavoro precario, piaga di molti giovani, e non solo. Sa di aver oltrepassato i limiti, ma anche di averlo fatto per una giusta causa. Era una protesta a nome di tutti i giovani che lavorano per pochi soldi e per contratti di breve durata. Alessio lavorava nel catering a San Siro come cameriere. Dopo aver ricevuto una provocazione da parte di un ragazzo mentre si stava distraendo a vedere i giocatori scendere in campo, ha deciso di reagire. Così ha invaso il campo, finché non è stato preso dagli steward, fermati poi dai giocatori che lo hanno salvato. I giocatori in questione erano Theo e Romagnoli. Hernandez è stato il primo ad accorrere e con le mani ha fatto segno di calmarsi agli steward, allontanandoli. Stessa cosa ha fatto poi Romagnoli. Molti tifosi hanno dichiarato che gli stewart andrebbero denunciati. Il ragazzo non voleva far male a nessuno.

Se ti piacciono le scommesse sportive online e cerchi dei bookmakers affidabili, visita il sito di 1bet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.