“Finisce il 20 marzo la Serie A per dar spazio alla Nazionale”

“Stiamo lavorando con la Lega per dare a Mancini ancora qualche giorno per prepararsi ai playoff del Mondiale”, ha detto il presidente della Federcalcio italiana alla radio Anch’io Sport. ”

Rifiutarsi di scontrarsi con campionati, indice di liquidità, capacità al 100% il prima possibile e, soprattutto, il passaggio al Champions Day del 20 marzo consente alla nazionale di prepararsi al meglio per gli spareggi mondiali.

Questi i temi caldi dell’intervento del presidente della Federcalcio Gabriel Gravina ad Anch’io Sport, in onda su Rai Radio1. “Mi dispiace perché la polemica politica di questi giorni ha distratto dalla qualificazione della Nazionale “- ha spiegato Gravina – dobbiamo qualificarci e abbiamo le condizioni per farlo.

Mancini spera in un futuro migliore

Anche se noi stessi complichiamo la nostra perdendoci. Due rigori importanti nella vita, ora abbiamo due partite asciutte da vincere, ma l’Italia ha dimostrato di saper reagire bene quando sarà il momento, speriamo che il campionato dia a Mancini ancora qualche giorno, ci stiamo lavorando anche perché c’erano le tazze in quell’epoca.

Mentre continuiamo a lavorare con la Nazionale, il nostro calcio ha ancora bisogno di rimuovere tanta ruggine e ragnatele che si sono accumulate nel corso degli anni”.

Relazione

Riguardo al delicato rapporto tra la Federcalcio italiana e la Serie A, la prima persona della Federcalcio italiana ha chiarito che: “La stragrande maggioranza delle persone vuole andare avanti, vuole riformarsi, e altri per inerzia e conservatorismo, come le divisioni, come prendersi una vacanza, nel rispetto dei principi guida, abbiamo cercato di discutere le nuove regole nel nostro incontro del 25 novembre scorso, per trovare soluzioni per non sconvolgere i fragili equilibri della Serie A. su https://www.fezbet.org/ trovi eventi di qualsiasi tipo.

Ma abbiamo anche agito con fermezza perché I principi della democrazia, il rispetto della maggioranza e il superamento dell’ostruzione della minoranza sono i primi passi per lo sviluppo del nostro calcio di punta, e spero e spero in un atteggiamento più rispettoso nei confronti della nostra associazione calcistica: nessuno può offendere la dignità della Federcalcio italiana”.

Indice di liquidità

In merito alle regole di partecipazione, Gravina ha annunciato: “Stiamo valutando l’inserimento di un indice di liquidità come criterio per l’ingresso al torneo. Vogliamo poi inserire altri due indicatori: il parametro del debito e il rapporto tra reddito e costo del lavoro in espansione.

Questo significa controllare e gestire i costi. Gravina spera di avere già il 100% di capienza allo stadio entro fine mese, e sullo “stufato televisivo” della partita il Presidente Federale invita a riflettere: “Capisco la necessità della tv, ma il le valutazioni non sono buone. Un controllo dovrebbe essere fatto”. Tieniti aggiornato a distanza con nuovi acquisti, non perderti nessuna occasione.

Il calcio è una rendita non male per gli investitori ma, se uno stadio non è zeppo i soldini diminuiscono per tutti, quindi speriamo che tutto ritorni come prima e non dobbiamo solo basarci solo tutto sugli incassi delle bollette sportive…..dopo due anni di contaminazioni ora basta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.