In appartamenti, come monolocali, bilocali e la maggior parte dei trilocali, il bagno è una stanza che, in quanto a dimensioni, risulta piuttosto limitato. Motivo per cui, molti commettono l’errore di sottovalutarlo per ciò che concerne la funzione meramente estetica e, quindi, il design. Tuttavia, per dare un tocco di casa al bagno, per migliorare il comfort e per renderlo più pratico e, al tempo stesso, più armonico con il resto del contesto domestico, non mancano di certo le soluzioni. È importante, però, che a prevalere vi sia l’equilibrio nella scelta dei componenti dell’arredo bagno. Prestare attenzione ad ogni minimo dettaglio, è scelta saggia, specie per chi si accinge a ristrutturare il bagno. Rinnovarlo, senza spendere ingenti somme di denaro, si può. Ecco alcuni utili suggerimenti da leggere con attenzione.

Gli spazi del bagno vanno sfruttati con sapienza

Viste le dimensioni non particolarmente grandi della maggior parte dei bagni nelle case degli italiani, urge saper sfruttare al meglio gli spazi e inserire mobili e sanitari bagno in offerta non particolarmente ingombranti. Ammassare troppe cose rischia, infatti, di essere il più clamoroso degli errori fattibili, visto che per muoversi, per stare in piedi, per lavarsi e per asciugarsi, occorre spazio. L’ambiente di un bagno ideale deve essere accogliente prima di tutto, oltre che gradevole a vedersi.

Ricorrere alle dritte di un interior design in fase preliminare, può rivelarsi decisione assai azzeccata in riferimento a come recuperare spazio. In quest’ottica, puntare sulla combinazione vasca/doccia ed installare porte scorrevoli, consente l’ottenimento di questo obiettivo. Mai posizionare bottigliette e barattoli in posti inaccessibili. Finirebbero solo per portare confusione. A tal proposito, sono i contenitori che permettono la sistemazione migliore possibile per gli oggetti. Poco importa che sia un armadietto, uno sportello o un cassetto.

Lo stile non va mai lasciato al caso

In fase di ristrutturazione del bagno, curare lo stile è essenziale per il risultato finale dell’ambiente. Affinché quest’ultimo sia sobrio, originale ed unico, le regole del buon gusto prevedono di non eccedere mai nelle scelte. Motivo per cui, optare per i faretti e per le luci da bagno permette un risparmio economico tutt’altro che indifferente, specie se l’installazione viene effettuata in una posizione strategica con il preciso intento di esaltare gli interni. Capitolo mattonelle e piastrelle. Quali scegliere? Tante le possibilità, da quelle in cemento a quelle in pietra, da quelle monocromatiche a quelle sfumate. Una tonalità neutra premia sempre in relazione al risultato finale. Infine, per i fortunati che possono contare su una superficie maggiore, una vasca idromassaggio è un’opportunità da non lasciarsi sfuggire.

Estetica e funzionalità

Quando si ristruttura il bagno con gusto, l’estetica non va mai separata dalla funzionalità che deve avere; è questo il concetto del design. Il comfort viene sempre prima di tutto. Pertanto, in rapporto alla rubinetteria e ai soffioni, calibrarli nella maniera corretta, vuol dire evitare di sprecare acqua. Lo specchio poi va scelto con cura, sia nelle forme (ovale, quadrato, rettangolare) che nel modello (con cornice o senza cornice). La scelta del box doccia va effettuata con cura, specie per ciò che concerne i materiali che lo compongono. D’altronde, trattasi di una delle aree relax per antonomasia. Infine, per il piano lavabo, è consigliabile optare per modelli più moderni, in totale abbinamento con l’intero arredo bagno. Infine, tra gli elementi di alto impatto visivo e funzionali, ruolo importante lo giocano di sicuro candele, tappeti, cesti e vasi. Il motivo? Averli in bagno, significa migliorarne il comfort e contemporaneamente renderlo più bello.

La migliore illuminazione per il bagno

La luce ricopre un ruolo di protagonista indiscussa per quanto riguarda il bagno, per il semplice motivo che il come penetra all’interno dell’ambiente determina la visibilità di ogni singolo elemento. Perciò, una maggiore intensità dalla luce è meglio farla arrivare dall’alto, magari applicando nel soffitto un vetro. Poter contare su una luce artificiale anche nel cuore della notte è sempre positivo. Il tutto va naturalmente progettato in relazione al pavimento, alle docce, alle tubature e agli altri elementi. Per risparmiare sullo spazio, senza perdere comfort, in genere si predilige il ricorso alle linee rettangolari. Infine, nel caso di wc, lavabi e vasche, mai optare su elementi superiori ai 45 gradi di angolazione, perché per quanto belli a vedersi, risultano scomodi e danno luogo ad asimmetrie estetiche e ad angoli ciechi.

Una tantum è anche giusto osare

Con tonalità classiche, come il nero o il bianco, non si sbaglia mai per ciò che concerne le colorazioni da inserire all’interno del bagno. Tuttavia, una tantum, osare può rivelarsi una decisione riuscita, se si riesce a valorizzare gli elementi dell’arredo bagno e la loro armonia. Perciò, è sufficiente dare risalto ad una parte del bagno, sia questa il soffitto, le piastrelle o la vasca da bagno. Il risultato finale può davvero essere sorprendente.

In definitiva

La resa estetica, se abbinata al comfort più totale, costituiscono la formula vincente per il bagno perfetto. Curare poi tutti i vari elementi che ne fatto parte, dai mobili ai sanitari, dagli accessori al pavimento, dal rivestimento alle finiture, senza dimenticare i punti luce, è solo logica conseguenza di un processo, volto a conferire massima armonia al contesto domestico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *