Quali sono le mete imperdibili per chi visita il Salento?

Le bellezze del Salento

Quando pensiamo al Salento, probabilmente ci vengono in mente le spiagge tropicali di cui è ricca la zona, ma anche la buona cucina, l’arte e l’architettura caratteristici del territorio, il tutto corredato dall’atmosfera accogliete tipicamente del Sud.

Specifichiamo da subito che è praticamente impossibile inserire in un solo articolo tutte le mete che meritano di essere visitate in questo territorio. Cercheremo comunque di menzionare quelle che sono imperdibili per chiunque abbia deciso di trascorrere qui le proprie vacanze.

Spiaggia di Torre dell’Orso

Si tratta di una spiaggia bellissima lunga circa 900 metri. Si possono intravedere nella parte sud della baia due faraglioni che si stagliano nel mare, conosciuti come le Due Sorelle. Nelle vicinanze troviamo anche la grotta di San Cristoforo, che contiene alcune iscrizioni preistoriche.

La zona è contrassegnata da una scogliera frastagliata, ricca di insenature e grotte naturali. Per il panorama vario, fatto di dune, pineta, costa rocciosa e mare cristallino, la spiaggia Torre dell’Orso è una delle più fotografate d’Italia.

Porto Selvaggio

A Nardò, non lontano da Gallipoli, troviamo una riserva naturale fatta di macchia mediterranea che arriva fino ai margini della scogliera che si tuffa nel mare. Dopo una lunga e piacevole passeggiata al riparo della pineta, si giunge nella baia di Porto Selvaggio, un’insenatura naturale molto pittoresca. L’acqua è limpida, e sulla sabbia sono presenti ciottoli di varia grandezza. Sulla sinistra si trova una piscina naturale di acqua dolce, che proviene dalle sorgenti che sgorgano dal sottosuolo e che ci daranno la possibilità di fare un bel bagno tonificante.

Otranto

Ritornando sul versante adriatico, troviamo una vera e propria bomboniera a cielo aperto. Il centro storico si erge su un tratto di costa roccioso rialzato. Potremo percorrere le stradine del centro storico, ricche di negozi e locali serali. Molto conosciuta è la chiesa di Santa Maria dei Martiri, che contiene le ossa dei cristiani martirizzati dagli invasori turchi alla fine del 1400.

Lecce

La Firenze del Sud ospita uno dei centri storici più belli d’Italia. Deve la sua denominazione al barocco leccese, uno stile artistico ed architettonico nato nel XV secolo circa. Le facciate e gli interni delle chiese, ma anche i balconi ed i palazzi della città sembrano essere stati teatro di una gara di bravura tra gli scultori del passato. La basilica di Santa Croce è l’emblema del barocco leccese. Interamente realizzata in pietra leccese, è talmente elaborata che gli occhi non sanno dove posarsi per primi.

La grotta della poesia

A Melendugno troviamo una delle grotte a cielo aperto più belle e suggestive della Puglia. Regala dei riflessi che vanno dal verde smeraldo al turchese chiaro, e si può raggiungere sia scendendo una scalinata nella roccia oppure con un bel tuffo per i più temerari.

Marina di Pescoluse

Come non menzionare le Maldive del Salento, una distesa di sabbia bianca e di fondale basso che ci farà dimenticare di essere in Italia e ci farà credere davvero di essere ai tropici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *